• a cura di Maurizio di Stefano presentazioni di Pio Baldi e Benedetto Garavagnolo

ISBN: 978-88-8016-702-2
Categoria:

VILLA ARBUSTO
E IL SUO PARCO

a cura di Maurizio di Stefano presentazioni di Pio Baldi e Benedetto Garavagnolo

50,00 IVA inclusa

Quantità:
Guida, catalogo, documentazione dei recenti restauri, questa pubblicazione su Villa Arbusto a Lacco Ameno (Ischia), offre innumerevoli spunti di interesse e conoscenza di uno dei monumenti più suggestivi - poco noti - del nostro patrimonio artistico nazionale. La masseria dell'Arbusto, dal toponimo della località in cui sorge, fu acquistata nel 1785 da Don Carlo Aquaviva, Duca di Atri, di antica famiglia nobile abruzzese, che vi costruì un Casino di campagna, l'attuale costruzione, con un grande giardino retrostante in cui erano situati, e sono tuttora esistenti, un fabbricato minore per gli ospiti, una cappella, una 'stufa' (un bagno) per l'uso terapeutico delle fumarole calde che vi sorgono, una grande cisterna per la raccolta dell'acqua piovana, il 'pisciale' che, oltre a provvedere al rifornimento idrico del complesso, alimenta la vasca di una graziosa fontana. Esauritasi nel 1805 la linea maschile degli Aquaviva, la villa passò alla famiglia Biondi, di origine napoletana, trasferitasi a Forio d'Ischia che spesso vi albergava ospiti di rango. Cambiarono in seguito diversi altri proprietari, finché nel 1952 fu acquistata dal noto editore e produttore cinematografico Angelo Rizzoli sen. invaghitosi di Lacco Ameno. Per la sua nuova destinazione l'aspetto della villa settecentesca è rimasto inalterato, mentre nell'interno, con la demolizione delle sovrastrutture apportate dal Rizzoli per farne una lussuosa abitazione privata, è stata ripristinata l'originaria disposizione degli ambienti. Oggi la villa Arbusto è sede del museo archeologico e Centro culturale polivalente di Pithecusae dove sono esposti al pubblico i risultati degli scavi eseguiti nell'ambito più antico insediamento greco nel Mediterraneo occidentale, da cui prende il nome, iniziati nel 1952 provocando una rivoluzione nelle precedenti conoscenze sull'origine della colonizzazione greca dell'Italia meridionale. L'opera, edita per i tipi della De Luca Editori d'Arte, sarà curata dall'ing. Maurizio di Stefano, esecutore dei lavori che hanno restituito al monumento l'antico splendore, con la collaborazione dell'Arch. Maria Cristiana Costanzo.
formato 24 x 23, brossura, pp. 160, 165 col., 40 b/n
2006

“VILLA ARBUSTO
E IL SUO PARCO”

Ancora non ci sono recensioni.