• di Patrizia Cavazzini

ISBN: 978-88-6557-489-8

PORTA VIRTUTIS

Il processo a Federico Zuccari di Patrizia Cavazzini

28,00

Quantità:
I procedimenti giudiziari con l’arte e gli artisti come protagonisti – da Fidia a Caravaggio, da Artemisia Gentileschi a Giorgio De Chirico – sono fonti straordinarie, specialmente quando è possibile avvicinarle liberandole dal filtro della rielaborazione letteraria. Studiare questi processi significa indagare l’arte dentro la vita, consente di conoscere l’artista nella società in cui esiste e opera, ridisegna il suo scenario fatto di luoghi, amicizie e più spesso ostilità. Le testimonianze che ne emergono sono di certo mediate da chi le produce ma restituiscono, sebbene attraverso lo scrivere d’una mano altrui, la voce dell’artista stesso, rivelandone tratti del carattere e considerazioni: tutti materiali per la Storia dell’arte da sottoporre al vaglio di una critica consapevole del gioco delle parti e dei dispositivi della “dissimulazione onesta” (Torquato Accetto). Affrontare le carte di un processo significa, per lo studioso di oggi, calarsi in un tempo e in uno spazio; è un’esperienza immersiva senza preconcetti, pronta a mettere in discussione l’idea romantica dell’artiste maudit che non di rado ha favorito il transito dei fatti giudiziari dalla storia alla letteratura. La collana è il frutto di un fertile confronto sulle fonti giudiziarie tra uno storico dell'arte e uno storico-archivista: un laboratorio aperto alle proposte degli studiosi di ogni periodo nell’orizzonte esteso della longue durée della storia.
formato 16,5 x 24, brossura, pp. 192, 62 b/n, 11 col.